Salute e Benessere

Mangiare sano, mangiare Bio

5 Dic 2018

L’agricoltura biologica rispetta il ciclo di vita naturale della terra. E’ un metodo di coltivazione che sta crescendo sempre di più negli ultimi anni ed è anche fondamentale nella lotta ai cambiamenti climatici!

In cosa consiste l’agricoltura biologica? La coltivazione si basa su alcuni principi elencati di seguito:
• E’ prevista la rotazione delle colture
• E’ vietato l’utilizzo di pesticidi chimici, fertilizzanti sintetici, antibiotici
• E’ OGM Free
• Si utilizzano risorse a KM 0, come il letame per fertilizzante o i mangimi prodotti in azienda.


Inoltre, in caso di avversità o per prevenire le infestazioni, l’agricoltore utilizza i vecchi “rimedi del nonno” che sono un’ottima e salubre soluzione sia per il campo che per la salute del consumatore finale. Tra queste pratiche spicca la salvaguardia degli insetti utili, antagonisti dei parassiti.
Per proteggere il terreno da sbalzi termici e ostacolare la crescita di erbe infestanti si pratica la pacciamatura, che consiste nel coprire il terreno con fieno o erba fresca. Per proteggerlo dall’erosione, invece, si utilizza il sovescio, ossia la semina di alcune piante (trifoglio, veccia, crescione, valerianella, spinaci, colza e così via) che una volta fiorite vengono interrate per fertilizzare il terreno. Sempre per migliorare la fertilità del terreno si pratica la rotazione delle colture, scegliendo piante che arricchiscono di azoto o altri elementi nutrivi il terreno o lo impoveriscono se troppo ricco; si utilizzano i fertilizzanti naturali e biodegradabili come letame e concimi organici, resti vegetali e cenere di legna.

L’Unione Europea tutela il biologico e i consumatori
Dal 1991, l’agricoltura biologica è disciplinata dall’Unione europea, che stabilisce le regole che gli agricoltori e le aziende devono rispettare. A tale scopo sono nati gli organismi di controllo, enti privati che hanno il compito di verificare che i produttori applichino effettivamente le direttive Ue. Il biologico è quindi controllato dal seme al prodotto finale, anche lo stabilimento dove viene confezionato il prodotto deve seguire un preciso regolamento per ottenere la certificazione e poter inserire il logo Euro leaf (la foglia verde)


Per ricevere il logo il prodotto deve:
• avere almeno il 95 per cento degli ingredienti prodotti da agricoltura biologica;
• il prodotto è conforme alle regole del sistema di controllo e certificazione;
• il prodotto porta il nome del produttore, del preparatore o del venditore ed il numero del codice dell’organismo di certificazione che ha effettuato il controllo dell’ultima operazione prima dell’immissione in vendita.


Made with by DRTADV